BookSound Story

pubblicato in: Booksound | 0

Un video per raccontare la lettura ad alta voce

 

Dopo aver svolto i laboratori della voce in classe, i ragazzi possono scegliere se mettere in pratica quello che hanno imparato organizzando una lettura pubblica – BookSound Live – nella propria città, oppure realizzando un breve video con cui partecipano al concorso BookSound Story. Come nelle edizioni passate, le classi sono invitate a fare entrambe le esperienze. Sia per il BookSound Live che per il BookSound Story, non ci sono limiti alla creatività e la lettura può essere arricchita a seconda dei propri talenti, con musica, recitazione, illustrazione, persino danza. 

 

!! DA QUESTA EDIZIONE IL BOOKSOUND STORY SARA’ APERTO ANCHE ALLE CLASSI DELLE SCUOLE PRIMARIE !!

 

Edizione 2019

La giuria dell’edizione 2019 – composta da Davide Morosinotto – autore per ragazzi -; la redazione di Qualcuno con cui correre – blog di libri per ragazzi -; Matteo Piano e Luca Vettori – fondatori della webradio Brodo di Becchi -; Valentina Greco – attrice – Isabella Litti– libraia della libreria Marescritto – hanno selezionato i sei finalisti per l’edizione 2019. Ora tocca al pubblico scegliere i vincitori! Si può votare sul sito fino al 17 maggio alle ore 12:00. A seguire verranno proclamati i due video vincitori, uno per la categoria scuole secondarie di I grado e uno per le scuole secondarie di II grado.

Ecco il video vincitore per la categoria scuole secondarie di primo grado:

Classe 3a dell’IC Fiuggi con “I fratelli Macauley” ispirato al libro “La commedia umana” di William Saroyan

 

Ecco il video vincitore per la categoria scuole secondarie di secondo grado:

Classe 3alc del liceo classico “Itsos Marie Curie” (MI) con “Homer” ispirato al libro”La commedia umana” di William Saroyan

Il premio offerto alle due classi vincitrici dalla casa editrice Marcos y Marcos:
500 euro in libri più microfono professionale con asta

 

I finalisti del BookSound Story 2019

Per le scuole secondarie di primo grado:

Classe 2c della scuola media D. Buzzati (MI) con “Credendo” ispirato al libro “Fulmine” di Lello Gurrado.

Classe 2g dell’IC Paolo Stefanelli (RM) con “La lettura rende umani” ispirato al libro “Pepi Mirino e l’invasione dei P.N.G. ostili” di Cristiano Cavina.

Classe 3a dell’IC Fiuggi (FR) con “I fratelli Macauley” ispirato al libro “La commedia umana” di William Saroyan.

Per le scuole secondarie di secondo grado:

Classe 2a del liceo artistico Orsoline (MI) con “Romolo il Grande” ispirato al libro”Romolo il grande” di Friederich Dürrenmatt.

Classe 2b del liceo artistico Orsoline (MI) con “Romolo, il grande” ispirato al libro “Romolo il grande” di Friederich Dürrenmatt.

Classe 3alc dell’ITSOS Marie Curie (MI) con “Homer” ispirato al libro”La commedia umana” di William Saroyan.

Tempo scaduto! A breve l’annuncio dei vincitori. 

Scegli il tuo video preferito - scuole secondarie di primo grado

Loading ... Loading ...

Scegli il tuo video preferito - scuole secondarie di secondo grado

Loading ... Loading ...

 

Edizione 2018

La giuria dell’edizione 2018 – composta da Attilio Azzola – regista cinematografico, Vania Castelfranchi – regista teatrale, Simona De Giorgio – insegnante, Barbara Schiaffino – direttrice della rivista e del premio Andersen, Giulia Solano – attrice teatrale – ha selezionato i finalisti per l’edizione 2018. Il pubblico ha poi votato il suo video preferito.

 

I vincitori del BookSound Story 2018 sono:

Per le scuole secondarie di primo grado:

1° posto: classe 2c dell’IC Paliano (FR) con “Un’amicizia alla grande” ispirato al libro “Alla grande” di Cristiano Cavina.

2° posto: classe 2b della scuola media Buonarroti (RM) con “La principessa racconta” ispirato al libro “La principessa sposa” di William Goldman.

3° posto: classe 2c della scuola media Tito Livio (MI) con “Leggere è sognare” ispirato al libro “Battaglia a Magopoli” di Enzo Fileno Carabba

Per le scuole secondarie di secondo grado:

1° posto: classe IV D del liceo Taramelli (PV) con “Non ho paura di un abbraccio” ispirato al libro “Se ti abbraccio non aver paura” di Fulvio Ervas.

2° posto: classe IV D del liceo Donatelli (MI) con “La guerra della Commedia umana” ispirato al libro “La commedia umana” di William Saroyan

3° posto: classe IV B dell’Istituto Santorre di Santarosa (TO) con “Vincent” ispirato al libro “La vedova Van Gogh” di Carlo Sanchez

 

Ecco i premi:

1° premio: 400 euro in libri, un amplificatore portatile Philips e un microfono pulce

2° premio: 300 euro in libri, porta libri per la classe disegnati da Giò Caned Icoda

3° premio: 200 euro in libri, un leggio

Tutti i video saranno comunque pubblicati sul canale Facebook di BookSound.

 

 

Edizione 2017

La giuria dell’edizione 2017 – composta da Valentina De Poli, direttrice di «Topolino», Francesca Alunni, dirigente scolastica del Liceo Sesto Properzio di Assisi, Antonio Padovan, regista, Paola Di Marco, insegnante di lettere del Liceo Einstein di Milano, e Alcide Pierantozzi, scrittore – ha selezionato i finalisti per l’edizione 2017. Il pubblico ha poi votato il suo video preferito.

I vincitori del BookSound Story 2017 sono:

Per le scuole secondarie di primo grado:

1° posto (4699 voti) –  classe 2F dell’IC San Giuseppe da Copertino di Copertino (LC), con il video ispirato a “Un’ultima stagione da esordienti” di Cristiano Cavina.

2° posto  (1641 voti) – Gruppo di lettori della Scuola media Orsini, IC 7 di Imola (BO), con il video ispirato a “Lost in translation” di Ella Frances Sanders.

3° posto (1172 voti) – classe 1F della Scuola media Puecher di Erba (CO), con il video ispirato a “Elogio dell’acqua” di Daniela Maddalena

Per le scuole secondarie di secondo grado:

1° posto (2798 voti) – classe 3C ITI dell’Istituto Silvio D’Arzo di Montecchio Emilia (RE), con il video ispirato a “Bastaddi” di Stefano Amato.

2° posto (434 voti) – classe 3C del Liceo Berti di Torino (TO), con il video ispirato a “Se ti abbraccio non aver paura” di Fulvio Ervas.

3° posto (379 voti) – classe 2B del Liceo Donatelli Pascal di Milano (MI), con il video ispirato a “Se ti abbraccio non aver paura” di Fulvio Ervas.